Azione risarcitoria per i mezzi acquistati tra il 1997 e il 2011

Il 12 novembre l'assemblea nella sede Confartigianato

Home / In primo piano / Azione risarcitoria per i mezzi acquistati tra il 1997 e il 2011

Il 12 novembre l'assemblea nella sede Confartigianato

//


Ferrara, 2 novembre 2018

Sono almeno 600 i trasportatori della provincia di Ferrara che potrebbero chiedere risarcimento per i mezzi  acquistati tra il gennaio 1997 e il gennaio 2011 da produttori (Volvo/Renault, MAN, Daimler/Mercedes, Iveco, DAF e Scania)  sanzionati dalla Commissione Europea per avere fatto cartello. Ossia per averne incrementato il prezzo. Possono ricorrere sia quanti lavorano per conto terzi sia quanti possiedono ed utilizzano la stessa tipologia di automezzi, in entrambi i casi superiori alle 6 tonnellate. L’azione consente oggi alle imprese – anche quelle che hanno adottato lo strumento del leasing – di recuperare il sovraprezzo, stimato fino al 15 per cento dell’importo complessivo, che può variare dai 40 ai 200mila euro. Un 15 per cento che, come rimarca Riccardo Mantovani, responsabile Dipartimento Sindacale Confartigianato, può essere investito altrove. L’associazione di Via Veneziani, «insieme alle altre di settore», ad esclusione di Cna, si è affidata ad uno studio legale olandese specializzato in materia che sta portando avanti una azione europea collettiva di cui «si impegna a sostenere i costi in cambio di una percentuale in caso di vittoria». L’obiettivo è raggiungere una mediazione. «Nessun costo e rischio per gli associati Confartigianato», rassicura Mantovani, solo la necessità di farsi avanti, così da dare maggior forza all’iniziativa. Al tema sarà dedicata una assemblea il prossimo 12 novembre alle 21, alla Sala Zarri di Confartigianato (Via Veneziani, 1).  




Altri eventi in primo piano

Calendario eventi

Informativa estesa sull'uso dei cookies