IL BUROFISCO tra scadenze, rimborsi, rebus e record

Sabato 16 dicembre, alla 10, Sala Zarri Confartigianato

Home / In primo piano / IL BUROFISCO tra scadenze, rimborsi, rebus e record

Sabato 16 dicembre, alla 10, Sala Zarri Confartigianato

//


Ferrara, 14 dicembre 

Il Burofisco tra scadenze, rimborsi, rebus e record. Se ne parlerà sabato 16 dicembre, alle 10, alla Sala Zarri della Confartigianato, nella tradizionale assemblea di fine anno. Un incontro che oltre a fare il punto sulle esigenze delle piccole e medie imprese rappresentate dall'associazione e a mettere il dito «su 'politiche' che non tengono nella dovuta considerazione le differenze che sussistono tra loro in termini di vocazione e dimensioni», spiega il segretario generale, Giuseppe Vancini, vuole aprire finestre sul futuro. Quanto la digitalizzazione può essere assunta a obiettivo di realtà che fanno del lavoro manuale la propria cifra creativa? Quando si prenderà atto, pensando agli incentivi, che non tutte le aziende devono mirare ad esportare ma basano la loro attività sul mercato interno, sui servizi alle imprese e ai cittadini? Chi illuminerà le città quando le attività tradizionali saranno state interamente sostituite da Amazon e simili? E' possibile pensare a un Ministero - oltre che un assessorato regionale - dell'artigianato? «Dato che l'artigianato, insieme alla cooperazione, in ossequio alla Costituzione, è tutelato dallo Stato. Stato che - dettaglia Vancini - sembra più lavorare per creare ostacoli che supporti». L'evento prevede gli interventi di  Sergio Rizzo, vice direttore de La Repubblica e Paolo Preti, docente alla Bocconi. Ad introdurre sarà Vancini. A chiudere, il Presidente Nazionale della Confartigianato, Giorgio Merletti.   




Altri eventi in primo piano

Calendario eventi

Informativa estesa sull'uso dei cookies