Estense.com, Spal, dalla Confartigianato un dono di 'cuore'

08/10/2017

Home / Rassegna stampa / 2017 / Estense.com, Spal, dalla Confartigianato un dono di 'cuore'

08/10/2017

//


http://www.estense.com/?p=644910

Spal, dalla Confartigianato un dono ‘di cuore’

Prosegue in modo fruttuoso la sinergia tra la società biancoazzurra e la Confartigianato, che oggi si rende protagonista di un’importante donazione. Alla Spal infatti arriva un nuovo defibrillatore, strumento obbligatorio ed indispensabile, che verrà situato nel centro sportivo di Francolino dove si allenano e giocano diverse squadre giovanili spalline.

“Questo è stato possibile attraverso l’attività di Ancos (Associazione Nazionale Comunità Sociali e Sportive ndr.) – spiega il segretario generale di Confartigianato Giuseppe Vancini – che è stata premiata ricevendo questo defibrillatore che oggi doniamo alla Spal. Crediamo che questa sia la sua migliore destinazione d’uso per il lavoro che la società sta facendo verso i settori giovanili, siamo lieti di questa collaborazione che speriamo possa allargarsi ulteriormente in futuro in diversi settori”.

Un grosso ringraziamento non può che arrivare dal responsabile del settore giovanile Spal, Ruggero Ludergnani: “Ringrazio Confartigianato, giustamente si parla tanto della serie A ma noi dal canto nostro stiamo cercando di riportare il settore giovanile ai fasti di un tempo. Tutto ciò che può aiutare il nostro movimento, soprattutto in provincia non può che farci piacere”.

La parola passa infine al presidente della Spal Walter Mattioli: “Il defibrillatore è oggi un attrezzo sempre più importante, considerando anche il crescente numero di ragazzi nelle nostre giovanili. E’ proprio per la loro sicurezza che utilizzeremo questo strumento. Ringrazio Confartigianato ed i nostri sponsor loro associati, la Spal è un patrimonio della città che dà lustro e movimento economico. Dunque ci teniamo particolarmente a questa collaborazione”.

Il ‘pres’ tocca poi temi più strettamente legati al campo: “Contro il Crotone ci sono stati troppi episodi potenzialmente a nostro favore per i quali però il Var non è stato utilizzato. Sono cose strane, gli arbitri internazionali tendono ad appoggiarcisi meno. Quella col Bologna è probabilmente la partita più sentita dal popolo spallino, i miei ragazzi lo sanno e dovranno fare bene in campo cioè non perdere”.


Informativa estesa sull'uso dei cookies